Carciofi romani a testa in giù

La ricetta di Maria Eugenia di Milano

In una terrina amalgamate i due tipi di macinato legandoli con l’uovo, il parmigiano, la ricotta, uno spicchio d’aglio ed  il prezzemolo tritato. Aggiungete del pangrattato fino ad ottenere un impasto morbido e consistente.

Pulite i carciofi, tagliando il gambo e tenendolo da parte. Toglietegli le foglie esterne più dure e la barbetta interna, senza scavare troppo, tagliate con delle forbici le punte e sbollentateli leggermente. Farcite i carciofi con il composto preparato nella terrina. In una padella con bordi alti fate soffriggere con l’aglio i gambi dei carciofi puliti e tagliati a tocchetti. Fate sfumare con un po’ di vino bianco e aggiungete del brodo vegetale o l’acqua dove avete sbollentato i carciofi. Posizionate quindi i carciofi a testa in giù infarinandoli precedentemente per evitare che fuoriesca la farcitura. Potete cuocerli sia in forno preriscaldato a 180° C sia  sul fornello a fuoco lento per 20 minuti o mezza oretta.