Cavatelli di castagne

La ricetta di Maria Rita di Campobasso

Miscelate le due farine in una ciotola, trasferitele su di un piano di lavoro e formate una fontana al centro, aggiungete l’acqua lentamente ed incominciate ad impastare. Rendete l’impasto morbido e liscio. Formate una palla e lasciatela riposare in frigo per almeno 10  minuti. Nel frattempo che l’impasto riposa, preparate il condimento. Pulite foglia per foglia gli spigatelli e lavateli con acqua corrente fredda e scolateli per bene. In una padella a sponde alte rosolate i due spicchi d’aglio schiacciati con l’olio e il peperoncino. Dopo di togliete il budello alla salsiccia e schiacciatela con una forchetta. Aggiungetela al soffritto e lasciate rosolare per qualche minuto, sfumate con vino bianco. Aggiungete gli spigatelli e lasciate che finiscano la cottura insieme. Tagliuzzateli poi con delle forbici. Mentre il condimento cuoce preparate i cavatelli. Dividete l’impasto in due o tre pezzi e lavorate brevemente ogni pezzo di pasta, tagliate dei pezzi più piccoli dividendoli in tanti serpentelli. A questo punto da ogni bastoncino tagliate dei pezzettini ancora più piccoli (circa 2,5 mm). Incavateli al centro facendo pressione con la punta dell’indice e del medio passando ciascun pezzetto di pasta su un piccolo tagliere rigato. Mettete sul fuoco una pentola con dell’acqua e appena l’acqua bolle aggiungete il sale e buttate i cavatelli, scolate man mano che vengono a galla e versateli nella padella insieme al condimento, spadellate il tutto. Impiattate e condite con delle scaglie di parmigiano.