Culurgiones pattadesi con bottarga

La ricetta di Benedetta di Pattada (Sassari)

Unite le due farine con le uova e un pizzico di sale. Impastate aggiungendo l’acqua che serve per fare un panetto omogeneo e liscio. Lasciatelo riposare per 10 minuti.

Preparate intanto il condimento. In una padella scaldate il burro e l’olio insieme, spezzettate le alici e fatele sciogliere mescolando con una forchetta. Aggiungete i due cucchiai di bottarga grattugiata e l’aglio intero ma sbucciato. Fate insaporire e aggiungete la scorza grattugiata di un’arancia e un’altra arancia con tutta la buccia tagliata a cubetti piccoli. Fate cuocere a fuoco medio per 5 minuti.

Tirate la pasta in sfoglie non sottilissime con la macchinetta. Preparate il ripieno con due prese di prezzemolo tritato e formaggio precedentemente grattugiato.  Disponete il ripieno al centro della sfoglia in piccoli mucchietti distanziati l’uno dall’altro. Coprite con una seconda sfoglia e chiudete a forma di raviolo con una rotella. Se la pasta dovesse risultare secca spennellatela con dell’acqua che agevolerà la chiusura. Fate cuocere i ravioli in acqua bollente e salata. Appena salgono a galla, scolateli e spadellateli un attimo. Tagliate a fettine sottili la terza arancia. Disponete le fettine su un piatto da portata, scaldatelo nel forno per qualche istante, così manterranno i ravioli caldi. Ponete sopra i ravioli e cospargete con scaglie di bottarga.