Empanadas criollas

La ricetta di Sebastian di Neuquen (Argentina)

Tagliate grossolanamente a cubetti le cipolle e il peperone.  Metteteli in una casseruola capiente con dell’olio di mais quanto basta per formare un soffritto. Quando gli ingredienti saranno appassiti per bene aggiungete la carne e rimescolare finché non apparirà rosolata. Allora unite peperoncino, paprika e cumino e salate a gusto. Unite poi due mestolate di brodo e fate ridurre leggermente. Spegnete il fuoco e lasciate riposare. Quando sarà freddo aggiungete l’uva passa, le uova sode e le olive a pezzetti insieme alle foglie verdi dei cipollotti tagliate sottili. Lasciate riposare in frigo alcune ore.
Per la pasta, ponete in una terrina la farina, formate una fontana e mettete nel centro il burro a tocchetti. Versate sopra l’ acqua e salate a gusto. Sciogliete con le dita il burro nell’acqua e poi iniziate ad impastare velocemente senza lavorare troppo l’impasto. Avvolgete il panetto nella pellicola trasparente e riponete in frigo per varie ore.
Allora, stirate la pasta utilizzando l’apposita macchina. Poi ritagliate dei dischi di 12cm di diametro. Infine ponete un cucchiaio di ripieno al centro e chiudete i bordi. Disponete le empanadas in una teglia imburrata e infarinata, e infornate subito a 250° C per circa quindici minuti fino a doratura.