Fettucce ai profumi di collina

La ricetta di Paolo di Mazzarino (Caltanissetta)

Disponete la farina su un piano. Create una fontana e al centro rompete

le uova. Impastate con le mani per amalgamare bene il tutto finché il composto non diventa compatto ed elastico. Aggiungete acqua e olio per rendere l’impasto più morbido. Lasciate riposare per qualche minuto. Stendete quindi l’impasto in sfoglie rettangolari. Ripiegate ciascuna sfoglia su se stessa e tagliatela per formare le fettucce.

Mettete a rosolare con un po’ di olio extravergine d’oliva uno scalogno affettato e fatevi sciogliere i filetti di alici. Aggiungete del broccoletto tagliato a julienne e del pomodorino pachino tagliato in quattro. Aggiungete anche del finocchietto selvatico tagliuzzato. Preparate il pesto di frutta secca. Tritate insieme le mandorle, i pinoli, i pistacchi, le noci e il basilico. Versate il trito in una terrina e aggiungete del formaggio grattugiato e dell’olio. Quando il soffritto raggiunge una buona cottura, aggiungete il pesto di frutta secca e una manciata di basilico fresco. Cuocete la pasta in acqua bollente salata, scolatela e versatela nel condimento. Servite con una spolverata di pecorino stagionato o di caciocavallo.