Focaccia alle cipolle (Piyozli Qatlama)

La ricetta di Saiyora di Tashkent (Uzbekistan)

Preparate e lavorate un impasto morbido ma non appiccicoso di sale, acqua e farina e, coprendolo, mettetelo a riposare per 20 minuti. Intanto in un tegame, sciogliete 50 gr di burro, e affettate e friggete le cipolle fino a farle diventare trasparenti; cospargetele poi di sale e mescolate il tutto.

Nella scelta delle cipolle, prendete quelle rosse, perché hanno un sapore molto delicato, quasi dolce. Se volete potete anche non cuocerle, e aggiungerle crude ma tagliate molto sottili e ben schiacciate con le mani.

Riprendete il panetto di pasta e dividetelo in quattro pezzi uguali. Stendete ogni pezzo di pasta il più sottile possibile, unto leggermente con burro fuso e cospargete sopra le cipolle fritte o crude. Arrotolate il tutto formando un rotolo e poi arrotolatelo su se stesso a creare la forma di una lumaca.

Appiattitelo leggermente con le mani e friggetelo fino a quando l’olio non darà un piacevole colore dorato. Cuocete a fuoco medio, coprendo la pentola con un coperchio. Una volta cotta una parte, girate la focaccia alle cipolle e friggetela fino a quando non sarà pronta, ripetendo la stessa procedura con gli altri pezzi. La focaccia alle cipolle va servita con le minestre o semplicemente gustata con un po’ di tè caldo.

Yoqimli ishtaha (Buon appetito in uzbeko)! La focaccia alle cipolle (Piyozli qatlama) di solito viene preparata d’inverno e servita con minestre calde, ma è anche nutriente come un piatto unico.