Lasagne al radicchio

Fare una fontana con la farina e aprire al centro i tuorli e le uova intere con un pizzico di sale e un goccio d’olio. Con una forchetta cominciare a rompere le uova incorporando farina in modo da creare una pastella. Andare avanti con questo metodo fino a che non sarà impossibile non intervenire a piene mani cominciando ad impastare veramente. Continuare per 15 minuti. Mettere a riposo in frigorifero per 20 minuti in una pellicola trasparente.

Intanto preparare il radicchio. Tagliare il radicchio a pezzi di 3 centimetri di lunghezza. Scaldare due giri d’olio in padella con uno spicchio d’aglio. Una volta caldo tuffare il radicchio, mescolare e sfumare con del vino bianco (manterrà un colore brillante). Lasciare cuocere per non più di 5 minuti. Regolare di sale e pepe.

Tagliare in 4 pezzi la palla di pasta e stenderli singolarmente con uno spessore di ½ millimetro. Tagliare in pezzi regolari e tuffarli in acqua bollente salata. Cuocere 2 minuti ciascun foglio di pasta. Se buttati tutti insieme versare un filo d’olio nell’acqua di cottura. Scolare e freddare in un catino di acqua fredda.

Disporre quindi il primo strato di pasta nella teglia, versare il radicchio, la robiola, la mozzarella tritata e il pangrattato e continuare facendo degli starti alternati di pasta e condimento. Copri l’ultimo strato con una buona dose di parmigiano. Infornare

A 200° per 25 minuti.