Pettole pugliesi

La ricetta di Antonella di Erchie (Brindisi)

Mettete in una terrina la farina e formate un “cratere”. Aggiungete mezzo cubetto di lievito sciolto in mezzo bicchiere di acqua. Aggiungete poi i 3 cucchiaini di sale sciolti in un altro mezzo bicchiere d’acqua tiepida. Continuate a lavorare l’impasto e infine aggiungete il bicchiere scarso di latte tiepido. A questo punto aggiungete a filo i 200 ml di acqua tiepida e lavorate l’impasto molto velocemente per circa 10 minuti. Risulterà un impasto appiccicoso e morbidissimo. Ponetelo in un tegame grande ed alto. Coprite il tegame con il coperchio e lasciate riposare per 1 ora e mezzo. Mettete l’olio in un tegame su fuoco e quando è pronto, con l’aiuto di due cucchiai, ricavate delle palline(mezzo cucchiaio di impasto circa) e friggetele nell’olio bollente. Le palline devono dorarsi da entrambi i lati. Una volta dorate, togliete le palline dall’olio e disponetele in un tegame ricoperto da carta assorbente. Servitele calde.