Polenta dolce di Caorle

La ricetta di Chiara Paccagnella (Caorle – Venezia)

Unite 6 tuorli con 6 cucchiai di acqua bollente.

Mescolate e aggiungete lo zucchero sbattendo il tutto a velocità massima finché il composto non risulti spumoso. Unite lentamente la farina a pioggia e la bustina di lievito alle uova cercando di non smontare il composto.

A parte montate gli albumi a neve.

Infine aggiungete gli albumi montati a neve e incorporateli al composto con un cucchiaio di legno.

Imburrate una tortiera da 26 cm e spolverizzatela con della farina e versate il composto del pan di spagna all’interno.

Infornate il pan di spagna nel forno già caldo a 180° e cuocete per 30 minuti circa.

In una terrina, montate i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Poi aggiungete a pioggia la farina setacciata, il sale ed 1 bicchiere di latte.

A parte fate sobbollire il litro di latte con una stecca di vaniglia. Versate a filo il composto al latte, mescolando di continuo per non far creare grumi, finché la crema si

rapprende.

Dividete la crema e in una aggiungete dolcemente la crema alla nocciola cercando di non smontarla.

Nel frattempo che lasciate raffreddare le creme, tagliate il pan di spagna a rettangoli (ricordatevi di lasciarne un po’ da parte che servirà per grattugiarlo sopra la

cupola) e rivestite l’interno di una ciotola tonda, foderata con la pellicola. Poi con lo spruzzino dosatore, senza eccedere spruzzate il liquore. Versate la crema gialla,

aggiungete un altro strato di pan di spagna poi unitevi la crema al cioccolato e così via fino all’esaurimento degli ingredienti. Al termine posizionate sopra un piattino e

lasciate in frigo per due ore.

Girate e rivestite la cupola con la panna montata. Infine grattugiate sopra il pan di spagna, tenuto da parte, dando l’aspetto di polenta al dolce.