Scrippelle “mbusse”

La ricetta di Emiliano di Sant’Egidio alla Vibrata (Teramo)

Tagliate le verdure a pezzi lunghi, a mo’ di patatine, tranne la cipolla e le patate che taglierete in 4 pezzi. Mettete quindi l’acqua sul fuoco con le verdure. Nel frattempo preparate le “scrippelle”. Fatta la pastella, versate un mestolo su una padella antiaderente di circa 20 cm di diametro, muovete la padella per ricoprire con l’impasto tutto il fondo, aspettate che si cuocia, giratela e fatela cuocere per un attimo anche dall’altra parte e formate così tutte le scrippelle.

Una volta che il brodo pronto passatelo al colino. Cospargete ciascuna “scrippella” con del parmigiano, arrotolatela su se stessa. Preparate le varie porzioni in piatti fondi e irrorate con brodo caldo cospargendo con del parmigiano.

Con le verdurine lesse potrete fare un delizioso contorno. Su  4 piatti adagiate le verdurine. Condite il tutto con un’emulsione di olio extra vergine di oliva, capperi, acciughe e prezzemolo riccio.