Stoccafisso accomodato

La ricetta di Lorenzo di Genova

Mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua  e alcune foglie di alloro ed una retina con alcuni grani di pepe. Portare ad ebollizione.

Mentre si scalda l’acqua pulite le cipolle, tagliatele a metà  e poi a fettine sottili.

Quando  bolle l’acqua immergete lo stoccafisso e fategli prendere il bollore. Appena inizia a staccarsi la lisca (controllate con una forchetta) toglietelo dal fuoco e mettetelo a scolare in un colapasta. Successivamente  deliscatelo e togliete la pelle cercando di non sminuzzarlo troppo.

Appena pronto il pesce mettete sul fuoco una casseruola, fate imbiondire le cipolle con i funghi secchi, messi ad ammollare precedentemente in un po’ d’acqua calda, le olive, i pinoli, i capperi e le acciughe.  Appena le cipolle sono pronte aggiungete lo stoccafisso, date una girata al tutto ed aggiungete il vino e lasciate cuocere alcuni minuti.

Nel frattempo pelate le patate e tagliatele a cubetti. Appena pronte aggiungetele allo stoccafisso  e versate nella pentola dell’acqua sino a coprire quasi il preparato.

Salate il tutto, lasciate cuocere sino a quando le patate iniziano ad  ammorbidirsi al contatto con un cucchiaio di legno. A questo punto lo stoccafisso è pronto.

Si può servire accompagnato da una leggera spolverata di prezzemolo tritato.