Torta equo di Rina

La ricetta di Rina di Reno Centese (Ferrara)

Preparate la frolla. Lasciate per qualche ora il burro a temperatura ambiente, così da ammorbidirsi per bene.

Versate la farina su una spianatoia, create la classica fontana, aggiungete al centro il burro, lo zucchero, il lievito, il burro e infine le uova.

Impastate e formate un panetto. Lasciate quindi riposare per 10 minuti in frigorifero se l’impasto risulta essere molto lento, ma spesso se non si esagera nel lavorarlo troppo con le mani, non sarà necessario.

Preparate quindi il ripieno. Mettete sul fuoco il burro e lo zucchero e fateli sciogliere dolcemente, quando saranno sciolti aggiungete le mandorle tritate grossolanamente e mescolate, aggiungete quindi la polvere di cacao e rimescolate .

Spegnete il fuoco e dopo pochi minuti aggiungete il cioccolato fondente tagliuzzato grossolanamente .

Aspettate una decina di minuti che si raffreddi un poco e poi aggiungete l’uovo intero e mescolate con energia .

Preparate quindi le tagliatelle. Versate la farina su una spianatoia, create la classica fontana, al centro aprite l’uovo e impastate il tutto. Formate un panetto e lasciatelo riposare per qualche minuto. Dopodiché stendete la pasta con un mattarello creando una sfoglia molto sottile. Se volete farla asciugare velocemente potete avvolgerla in un canovaccio. Riprendete poi la sfoglia, srotolatela e ripiegatela nuovamente su se stessa e tagliatela a striscioline molto fini per creare delle tagliatelle sottili come capelli.

Rivestite una tortiera con una base di frollarina spessa circa 2 cm. Versate il ripieno che deve avere il doppio dello spessore, quindi circa 4 cm.

Sopra il ripieno mettete sparse per bene le tagliatelline, aggiungete qualche fiocchetto di burro sparso qua e là e spolverizzate con una generosa manciata di zucchero di canna. Cuocete in forno a 170 gradi per circa 35/40 minuti .

Sfornate la torta stando molto attenti a non bruciarsi perché il composto sarà ancora molto liquido. Versate quindi immediatamente il liquore all’amaretto, che perderà immediatamente la sua parte alcolica grazie alla temperatura molto alta della torta.

Fate quindi raffreddare per bene la torta lasciandola riposare per qualche ora, fino a quando lo strato di ripieno si indurirà per bene. Prima di servire spolverizzate con dello zucchero a velo vanigliato.