Uova in immissione di mandorle e uova arancine

La ricetta di Francesca

Uova in immissione di mandorle

Tagliate le uova a metà dal lato lungo cercando di mantenere integro il tuorlo. Tritate le mandorle. Munitevi di un tovagliolo di stoffa molto fino. Riempite un recipiente con un litro d’acqua fredda. Mettete il trito di mandorle all’interno del tovagliolo. Chiudete i quattro angoli del fazzoletto e iniziate a spremere all’interno del recipiente fino a quando l’acqua diventa completamente bianca.  Mettete da parte la spremuta e tenete da parte i residui della spremitura contenuti nel fazzoletto. Tritate il prezzemolo e 20 g di capperi. Mettete il trito di capperi e prezzemolo in una casseruola con un filo d’olio. Aggiungete i residui di mandorle. Togliete dal fuoco e aggiungete lentamente la spremuta di mandorle. Portate leggermente in ebollizione. Disponete le uova tagliate a metà con il tuorlo rivolto verso il basso in una pirofila. Versate la salsina sulle uova e mettete sul fuoco fino a quando si sarà addensata (per 15 minuti circa). Nel caso in cui non si dovesse addensare per bene potete aggiungere delle mandorle tritate. Fate raffreddare le uova e servite freddo.

Uova arancine

Tagliate le uova sode a metà, togliete i tuorli. Mischiate la ricotta con i tuorli e aggiungete un pizzico di sale. Riempite l’interno dell’uovo con il composto tentando di ricomporre la metà mancante dell’uovo. Passate le uova ripiene nella farina, nell’uovo sbattuto e nel pan grattato e friggete in abbondante olio bollente.